Lung Unit
Tumore Uroteliale
Tumore prostata
Tumore Ovaie

Comorbidità, età e mortalità tra gli adulti trattati in modo intensivo per leucemia mieloide acuta


Sono state caratterizzate le comorbidità tra gli adulti che ricevono terapia intensiva per leucemia mieloide acuta, e sono state indagate le loro associazioni con gli esiti.

Sono stati analizzati in modo retrospettivo 277 pazienti consecutivi con leucemia mieloide acuta di nuova diagnosi trattati in modo intensivo presso il Comprehensive Cancer Center della Wake Forest University dal 2002 al 2009.

Le comorbidità pretrattamento sono state identificate da codici ICD-9 e revisione delle cartelle.
L’entità delle comorbidità ( Charlson Comorbidity Index modificato, CCI ) e le condizioni specifiche sono state analizzate singolarmente.

Gli esiti erano rappresentati da sopravvivenza globale, remissione e da mortalità a 30 giorni.

Le covariate hanno incluso età, sesso, caratteristiche citogenetiche, emoglobina, globuli bianchi, lattato deidrogenasi, indice di massa corporea, e tipo di assicurazione sanitaria.

In questa serie, 144 pazienti avevano 60 anni di età e oltre ( età mediana 70 anni, sopravvivenza mediana 8.7 mesi ) e 133 avevano meno di 60 anni ( età mediana 47 anni, sopravvivenza mediana 23.1 mesi ).
I pazienti più anziani avevano un maggiore onere di comorbidità ( CCI maggiore o uguale a 1, 58% vs 26%, P minore di 0.001 ).

Le condizioni prevalenti di comorbilità differivano per età ( diabete mellito 19.2% vs 7.5%; malattie cardiovascolari 12.5% vs 4.5% per i pazienti più anziani rispetto ai più giovani, rispettivamente ).

L’indice CCI non era associato in modo indipendente con la sopravvivenza generale o la mortalità a 30 giorni in entrambi i gruppi di età.

Tra i pazienti più anziani, il diabete mellito era associato a una maggiore mortalità a 30 giorni ( 33.3% vs 12.0% in pazienti diabetici versus non-diabetici, P=0.006 ).
Controllando per età, caratteristiche citogenetiche e altre patologie concomitanti, la presenza di diabete ha aumentato le probabilità di mortalità a 30 giorni di 4.9 volte.

In conclusione, il diabete mellito è negativamente associato alla sopravvivenza a 30 giorni nei pazienti anziani con leucemia mieloide acuta in terapia intensiva. ( Xagena2016 )

Tawfik B et al, J Geriatric Oncology 2016; 7: 24-31

Xagena_OncoGeriatria_2016



Indietro