Lung Unit
Tumore Uroteliale
Tumore polmone
Tumore Mammella

Leucemia linfatica cronica: Ofatumumab è sicuro ed efficace come trattamento di prima linea nei pazienti più anziani e con gravi comorbidità, comprese altre neoplasie


La maggior parte dei pazienti con leucemia linfatica cronica ( CLL ) è più anziana e presenta comorbilità multiple, comprese altre diagnosi di cancro.
Questi pazienti sono abitualmente esclusi dalla partecipazione a studi clinici.

In uno studio di fase II, è stata determinata l'attività e la tossicità di Ofatumumab ( Arzerra ), un anticorpo monoclonale anti-CD20 completamente umano, nei pazienti più anziani con leucemia linfatica cronica, scarso stato di performance, e comorbidità.

Sono stati ammessi allo studio i pazienti naïve-al-trattamento con leucemia linfatica cronica di età superiore o uguale a 65 anni con uno stato di performance ECOG di 2-3 o indice di comorbilità di Charlson maggiore o uguale a 2.
Ofatumumab è stato somministrato per via endovenosa settimanalmente per il primo mese, quindi mensilmente per un totale di 12 mesi.

Trentaquattro pazienti sono stati arruolati. L'età media era di 73 anni e il 29% aveva un'altra diagnosi oncologica.

Tra i 32 pazienti valutabili per la risposta, il tasso di risposta complessivo ( ORR ) è stato del 72%, con risposte complete nel 19% dei pazienti e risposte parziali nel 53%.

La durata media della sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) ò stata di 21 mesi e la percentuale stimata di pazienti vivi a 36 mesi è stata dell'87%.

Tutti e 34 i pazienti erano valutabili per la tossicità. Il trattamento è stato ben tollerato, con reazioni correlate all'infusione che hanno rappresentato l'evento avverso più comune correlato al trattamento.
Solo un paziente ha avuto una infezione di grado 3.
Ulteriori eventi avversi di grado 3 che potrebbero essere correlati a Ofatumumab sono stati diarrea, nausea / vomito, iperglicemia, embolia polmonare e reazione di ipersensibilità, ciascuno in un paziente.
Non sono stati osservati eventi avversi di grado 4.

In conclusione, Ofatumumab in monoterapia è un approccio terapeutico ben tollerato ed efficace per i pazienti anziani naïve-al-trattamento con leucemia linfatica cronica; può essere tranquillamente somministrato a pazienti con comorbilità significative e altre diagnosi di cancro. ( Xagena )

Vitale C et al, J Geriatr Oncol 2019; Epub ahead of print

Xagena_OncoGeriatria_2019



Indietro