Lung Unit
Tumore Uroteliale
Tumore prostata
OncoGeriatria

Trattamento del carcinoma a cellule renali metastatico nei pazienti anziani


Più della metà dei pazienti con diagnosi di carcinoma a cellule renali ( RCC ) ha 65 anni o più. Tuttavia, i pazienti più anziani spesso non sono in grado di soddisfare i criteri di ammissibilità per l'arruolamento nella sperimentazione clinica a causa di molteplici fattori, come comorbilità e trattamento con più farmaci, il che porta alla sottorappresentazione di questa popolazione negli studi clinici.

Per questo motivo i dati di efficacia degli studi di registrazione potrebbero non essere applicabili ai pazienti più anziani.

È stata valutata l'efficacia del trattamento di prima linea e di salvataggio nei pazienti più anziani ed è stata confrontata l'efficacia tra i pazienti più anziani e più giovani con tumore a cellule renali metastatico ( mRCC ).

Sono stati inclusi studi clinici di fase 3 cardine per i trattamenti di prima linea e di salvataggio se riportavano risultati di sopravvivenza globale ( OS ) o sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) stratificati per età ( meno di 65 anni o 65 anni e oltre ).

Nella prima linea, i dati hanno indicato che Nivolumab ( Opdivo ) più Ipilimumab ( Yervoy ) è risultato il trattamento più efficace per i pazienti più anziani ( PFS: hazard ratio, HR 0.55; migliore probabilità: 39.7% ).

Nel setting della linea di salvataggio, Cabozantinib ( Cabometyx ) è probabilmente la terapia più efficace per i pazienti più anziani ( PFS: HR 0.15; migliore probabilità: 77.2% ).

Le evidenze hanno indicato che la maggior parte dei trattamenti di prima linea ha un'efficacia peggiore nei pazienti più anziani rispetto ai pazienti più giovani.

Per i pazienti più anziani, Nivolumab più Ipilimumab di prima linea e Cabozantinib come trattamento di salvataggio possono offrire i migliori risultati di sopravvivenza.
La maggior parte dei farmaci di prima linea per carcinoma a cellule renali metastatico ha prestazioni inferiori nei pazienti più anziani rispetto alle loro controparti più giovani. ( Xagena2019 )

Hale P et al, J Geriatr Oncol 2019; 10: 149-154

Xagena_OncoGeriatria_2019



Indietro